Body shaping

Il Body shaping è uno dei trattamenti corpo più innovativi e anche dei più richiesti in medicina estetica: un rimodellamento del corpo senza necessità di ricorrere all’intervento chirurgico di liposuzione, da sempre eseguito per l’eliminazione del grasso in eccesso e di quello localizzato.

Nelle persone in sovrappeso ci si trova in una situazione nella quale c’è indubbiamente del tessuto adiposo in eccesso (che determina l’eccesso ponderale) distribuito un po’ in tutte le zone del corpo. Se guardiamo bene però anche in questo caso il grasso è localizzato, perché ci sono comunque delle aree nelle quali è più rappresentato rispetto ad altre.

Il Body shaping però non è un trattamento pensato per le persone in sovrappeso. Queste dovrebbero prima perdere la maggior parte dell’eccesso ponderale attraverso una dieta ipocalorica adeguata supportata dall’attività fisica, e solo dopo potranno sottoporsi con successo ad un trattamento di body shaping.

Già, perché parliamo di “rimodellamento” del corpo. Il body shaping aiuta ad eliminare il tessuto adiposo nelle zone nelle quali esso è in eccesso, e nello stesso tempo agisce anche contro uno degli inestetismi più fastidiosi e più diffusi, quello della cellulite.

La cellulite o PEFS (Pannicolopatia Edemato Fibro Sclerotica) è una condizione caratterizzata da alterazioni del tessuto connettivo e del pannicolo adiposo sottocutaneo. Si manifesta con un inestetismo della pelle, la tipica “buccia d’arancia”, che si presenta con noduli e buchini più o meno evidenti che fanno sembrare la pelle, per l’appunto, simile ad una buccia di arancia.

La cellulite colpisce quasi il 90% delle donne e contribuisce ad accentuare le adiposità localizzate perché porta spesso con sé un accumulo di liquidi e tossine, condizione chiamata comunemente ritenzione idrica. La ritenzione idrica dipende dall’alimentazione ma anche dagli ormoni femminili, e per questo colpisce con maggiore frequenza le donne in età fertile, nelle quali determina spesso la formazione di “cuscinetti” di tessuto adiposo sui fianchi e cosce. Negli uomini e nelle donne in menopausa è più frequente invece l’accumulo di grasso localizzato a livello dell’addome.

In ogni caso, il body shaping è rivolto non tanto alle persone in sovrappeso, ma più in quei casi in cui siano presenti accumuli di grasso sottocutaneo localizzati e persistenti, cuscinetti adiposi o cellulite, che vanno a deformare anche il profilo corporeo.  di persone in forma o poco in sovrappeso. Il trattamento può essere utile anche per ricompattare il tessuto cutaneo, che può andare incontro a cedimento a causa dell’età o dopo un periodo di dimagrimento.

È un trattamento rivolto anche e soprattutto alle donne più giovani, perché realizzato con tecniche non chirurgiche, ma che permette di ottenere ottimi risultati nell’eliminazione di inestetismi sia pur lievi ma fastidiosi. Pensiamo ad una persona normopeso ma con degli evidenti cuscinetti adiposi sui fianchi: non riuscirà mai ad eliminarli né con la sola dieta e né con lo sport, mentre un intervento di body shaping permetterebbe di ottenere buoni risultati con tecnologia non invasive o mini invasiva.

I trattamenti di body shaping combinano in genere radiofrequenza bipolare, infrarossi, aspirazione e massaggio meccanico, che inseriti in un protocollo ben definito e personalizzato permettono di trattare con successo diverse tipologie di pelle e di inestetismi, determinando un rimodellamento del profilo corporeo.

 

La conformazione corporea: androide o ginoide?

Gli accumuli di grasso sono localizzati in distretti corporei diversi a seconda in genere dell’età, del sesso e delle caratteristiche di ogni individuo.

Nelle donne in età fertile essi sono localizzati principalmente su fianchi, cosce e glutei. Sono spesso accompagnati da ritenzione idrica e cellulite, a causa della maggiore presenza di ormoni femminili. In questo caso siamo in presenza di un profilo corporeo definito “ginoide”, così come si definisce la classica conformazione corporea con fianchi e glutei più pronunciati.

Quando la donna si avvicina alla menopausa, il profilo corporeo tende a cambiare e ad avvicinarsi alla conformazione più tipica maschile, definita “androide”. Il motivo principale è sempre di natura prevalentemente ormonale, perché gradualmente diminuiscono gli estrogeni (ormoni femminili) e aumentano quelli maschili.

In questo caso, gli accumuli adiposi sono localizzati maggiormente livello dell’addome, anche se la donna in menopausa tende ad accumulare grasso anche a livello degli avanbracci e della zona sotto-mentoniera.

L’uomo invece presenta sempre tipicamente una struttura di tipo “androide”, con il grasso localizzato prevalentemente a livello addominale: quella che comunemente chiamiamo “pancetta”, oppure le cosiddette “maniglie dell’amore” tra pancia e fianchi.

Da qui è facile intuire quale possa essere il vantaggio di un trattamento di body shaping, che permette di agire a livello localizzato, rimodellando il corpo laddove è necessario.

 

Il Body shaping: le tecnologie utilizzate in medicina estetica

Quando si parla di body shaping ci si riferisce ad una terapia rivoluzionaria non invasiva, che permette di ridurre le forme, di rimodellare il fisico e tonificare le zone più critiche, sia del corpo che del viso. Viene utilizzato in particolare nelle aree di adiposità localizzata.

Tale apparecchiatura agisce mediante 4 differenti manipoli che abbinano le migliori tecnologie, finalizzate a ridurre gli inestetismi della cellulite e dei pannicoli adiposi, a rassodare i tessuti e a rendere la cute più compatta e soda. Mediante un massaggio endodermico si modella e si riducono le circonferenze corporee, si tratta la lipodistrofia, le lassità cutanee e si riducono le rughe del viso e del contorno occhi.

L’apparecchiatura è fornita di 4 manipoli con diverse funzioni. Il primo è caratterizzato da una radiofrequenza bipolare, con infrarossi e massaggio endodermico ottenuto dal vacuum e da rulli motorizzati. È particolarmente indicato per il trattamento delle zone più estese del corpo (addome, cosce, glutei) e determina una azione lipolitica a carico delle cellule adipose, stimola la circolazione sanguigna e aumenta il drenaggio linfatico.

Il secondo ha le stesse caratteristiche del primo però i rulli non sono motorizzati. È indicato per le zone meno estese del corpo e per le stesse modalità del precedente. Il terzo manipolo è caratterizzato dall’utilizzo del vacuum per il massaggio endodermico del viso, del collo e del decolté. È atto alla produzione di neocollagene, di elastina e ricostruzione epidermica. Il quarto ed ultimo manipolo è caratterizzato da una radiofrequenza bipolare e massaggio endodermico ottenuto anch’esso dal vacuum. È finalizzato al trattamento del contorno occhi e labbra. Anch’esso stimola la produzione di nuovo collagene, elastina e la ricostruzione epidermica.

Related Posts

Apri Chat
Possiamo aiutarti?
Scan the code
Ciao, possiamo aiutarti?