Ginecomastia o seno maschile

La ginecomastia è una condizione clinica caratterizzata dall’ingrandimento del tessuto mammario nell’uomo: tale condizioni può dipendere da uno squilibrio degli ormoni sessuali.

La ginecomastia è un problema molto diffusi; ne soffrono tra il 32 e il 36% degli uomini e questo determina risvolti psicologici e sociali di rilievo.

La ginecomastia fisiologica può presentarsi già in età puberale e regredire spontaneamente nell’arco di 6-12 mesi. Nell’età puberale l’aumento della mammella maschile è da ritenersi normale e può rivelarsi un fenomeno transitorio, bilaterale e può interessare simmetricamente l’areola. 

Esiste poi una forma di ginecomastia congenita dovuta ad alterazione ormonale ereditaria presente nel nucleo familiare.

La ginecomastia senile è una forma che compare in età più avanzata e si presenta specialmente in persone obese che hanno una iperproduzione di testosterone.

La ginecomastia classica è dovuta ad un aumento della ghiandola mammaria, mentre la pseudoginecomastia e le forme miste, sono causate dallo sviluppo del tessuto adiposo.

Esistono forme monolaterali e bilaterali e ogni condizione presenta diversi gradi di severità.

Tra le cause più comuni:

  • squilibri ormonali
  • assunzione di farmaci
  • abuso di sostanze
  • alterazioni genetiche
  • aumento dei livelli di prolattina

Sintomi e cure della ginecomastia

Occasionalmente la ginecomastia può essere fonte di fastidi o dolori; oltre al classico ingrandimento del seno, possono destare attenzioni anche altri sintomi come:

  • gonfiore mammario localizzato
  • pubertà ritardata
  • disfunzione erettile
  • alterazioni visive
  • diminuzione della massa muscolare
  • atrofia testicolare

La terapia di intervento varia naturalmente in base alle cause che provocano la ginecomastia; il testosterone si può somministrare solo nei casi in cui vi sia un reale deficit dell’ormone maschile.

L’impiego di antiestrogeni o inibitori dell’aromatasi per qualche mese può indurre la regressione della ginecomastia.

Nei casi in cui i pazienti resistano alla terapia medica con conseguente disagio psicologico non indifferente, è consigliabile valutare l’asportazione chirurgica del tessuto mammario patologico.

Esistono in medicina alcune indicazioni specifiche mirate alla prevenzione di questa particolare condizione: tra queste:

  • limitazione del consumo di care
  • mantenimento di un buon apporto di fibra
  • attività fisica regolare
  • controllo del peso corporeo

 

Related Posts

Apri Chat
Possiamo aiutarti?
Scan the code
Ciao, possiamo aiutarti?